l’importanza dei perchè…

L anno è cominciato ormai da parecchi giorni… siamo già a metà febbraio… mi sento bene, le cose certo, non vanno proprio come dovrebbero andare, ma cmq non mi lamento… anzi. Non sento più alcune persone… altre invece ho ripreso a sentirle… altre invece sono ancora nella lista del prossimo smaltimento rifiuti… ma, tutto sommato sto bene. Sono serena e un po’ inquieta, sono felice e un po’ preoccupata… sono e non sono… un po’ nostalgica e un po’… ma sti cavoli… un anno fa di questi tempi anche ero felice… ma oggi lo sono di più… un anno fa c’era l’altro… oggi c’è lui… chi sarebbe sempre dovuto (re)stare.

Ma la vita è questa…evoluzione…trasformazione… esperienza… felicità, delusione… sì…la vita è anche questo… e va bene… perchè a tutto c’è una spiegazione… c’è sempre un perchè… il perchè ci s’incontra..il perchè ci si lascia… il perchè.

Sono importanti i perchè…  anche se non lo so spiegare… ma so che è così… perchè i perchè inducono una spiegazione…uno svelamento… e dove c’è qualcosa da scoprire c’è verità… e la verità è che sto bene così… e questo è l importante!!!!

 

Grazie comunque!

Quante cose finiscono in un momento?

Quante cose finiscono in un momento? Molte.

Finiscono le uova nel frigo, le patatine in sacchetto, i soldi nel portafogli. Finisce il vino in bottiglia, la benzina nella macchina, la pioggia insistente. Anche gli amori finiscono, le amicizie finiscono, i rapporti familiari finiscono… la vita… finisce!

E allora proprio perché, la fine, è una consuetudine nella nostra vita, non facciamo che questa diventi un qualcosa di catastrofico… perché non sempre lo è.

D’altronde Giorgio Gaber diceva:

C’è una fine per tutto e non è detto che sia sempre la morte.

 

The Libertines_Music when the lights go out

Is it cruel or kind not to speak my mind,
and to lie to you rather than hurt you?
Well I’ll confess all of of my sins
after several large gins
but still I’ll hide from you,
hide what’s inside from you.

And alarm bells ring
when you say your heart still sings
when you’re with me.
Won’t you please forgive me?

But I no longer hear the music
Oh no no no no no

And all the memories of the pubs
and the clubs and the drugs and the tubs
we shared together,
Will stay with me forever.

But all the highs and the lows
and the to’s and the fro’s,
They left me dizzy,
Oh won’t you please forgive me
I no longer hear the music
Oh no no no no

Well I no longer hear the music when the lights go out,
Love goes cold in the shades of doubt
The strange fate in my mind is all too clear.
Music when the lights come on
The girl I thought I knew has gone,
And with her my heart had disappeared…

Well I no longer hear the music
Oh no no no no no
All the memories of the fights and the nights
and the blue lights, all the kites
We flew together,
I thought they’d fly forever.

But all the highs and the lows
and the to’s and the fro’s
They left me dizzy,
Oh won’t you forgive me

But I no longer hear the music
Oh no no no no no

Music when the lights go out
Love goes cold in the shades of doubt
The strange fate in my mind it’s all too clear.

Music when the lights come on
The girl I thought I knew has gone
And With her my heart had disappeared

Well I no longer hear the music
Oh no no no no no
And no longer hear the music

***

E ‘crudele o gentile non dire la mia,
e di mentirti piuttosto che farti male?
Beh io confesso tutte le mie colpe
dopo diversi gin
ma ancora mi nascondo da te,
mi nascondo da ciò che è dentro di te.

E il campanello d’allarme suona
quando dici che il tuo cuore canta ancora
quando sei con me.
Ti prego non vuoi perdonarmi?

Ma non ho più sentito la musica
Oh no no no no no

E tutti i ricordi dei pub
dei club e delle droghe e delle vasche
che abbiamo condiviso insieme,
Resteranno con me per sempre.

Ma tutti gli alti e bassi
e i lascia e prendi,
Mi hanno lasciato stordito,
Oh, ti prego non vuoi perdonarmi?
Non ho più sentito la musica
Oh no no no no

Beh, non si sente più la musica quando le luci si spengono,
L’amore va  freddo nelle ombre del dubbio
Il destino strano nella mia mente è fin troppo chiaro.
Musica, quando le luci si accendono
La ragazza che pensavo di aver conosciuto è andata,
E con lei il mio cuore è sparito

Beh, non si sente più la musica
Oh no no no no no
Tutti i ricordi delle lotte e delle notti
e delle luci blu, tutti gli aquiloni
che abbiamo fatto volare insieme,
Ho pensato che sarebbero volati sempre.

Ma tutti gli alti e bassi
e i lascia e prendi
Mi hanno lasciato stordito,
Oh, ti prego non vuoi perdonarmi?

Ma non si sente più la musica
Oh no no no no no

Musica, quando le luci si spengono
L’amore va  freddo nelle ombre del dubbio
Il destino strano nella mia mente è fin troppo chiaro.

Musica, quando le luci si accendono
La ragazza che pensavo di aver conosciuto è andata
E con lei il mio cuore è sparito

Beh, non si sente più la musica
Oh no no no no no
E non si sente più la musica

L’arte deve concorrere insieme all’esperienza della vita quotidiana, ad elevare l’animo umano, ad innalzare il nostro intelletto e la nostra spiritualità fin dove dimorano le stelle. G.S.

Non curanti di tutto… tu non curante di me… io non curante di chi? Ci siamo ritrovati per perderci di nuovo. Come l’aria e il fuoco…io e te.

Digressioni

Ricomincio da Erich…

Mamma mia ragazzi, ho trascurato davvero troppo questo blog e me ne dispiaccio. In questi ultimi mesi purtroppo, le circostanze mi hanno visto preda e vittima di moltissimi impegni e di conseguenza tutti i miei piaceri e le mie passioni sono passate in secondo, ma anche terzo e quarto piano.

Comunque da oggi, se Dio vuole, riprendono le attività di blogger, d’intervistatrice (ho già qualche progettino in pentola) e di recensitrice (lo so, non suona benissimo, ma si dice).

Riporto subito una poesia di Erich Fried, un poeta austriaco ed ebreo che visse le tragedie della Seconda Guerra Mondiale, che questa mattina mi è capitato di leggere; è molto bella e molto vera.

 

È assurdo
dice la ragione
è quel che è
dice l’amore
È infelicità
dice il calcolo
non è altro che dolore
dice la paura
è vano
dice il giudizio
è quel che è
dice l’amore
è ridicolo
dice l’orgoglio
è avventato
dice la prudenza
è impossibile
dice l’esperienza
è quel che è
dice l’amore.

(Erich Fried da È quel che è)

Prime piogge, prime lacrime…

Voci precedenti più vecchie

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.