”Nui pittori si pigliamo licenza, che si pigliano i poeti e i matti”

Nel 1573 Paolo Veronese completò il grandissimo dipinto ora conosciuto come Cena nella Casa di Levi,commissionato dai religiosi dell’Ordine Domenicano della Basilica dei Santi Giovanni e Paolo a Venezia, per sostituire un dipinto di Tiziano andato distrutto nel 1571.

Il tema doveva essere quello dell’Ultima cena di Cristo, ma l’artista affrontò tale tematica da un punto di vista fortemente innovativo e particolare. L’opera rappresenta infatti una vivacissima festa veneziana, l’apice nelle sue scene di convivio, includendo anche soldati tedeschi, giullari nanetti e molti animali.

Proprio nel momento in cui l’uso del colore diventa più intenso e luminoso, la sua attenzione ai sentimenti umani diventano più evidenti.

Il dipinto non fu apprezzato dalla Santa Inquisizione. La Controriforma colpì anche Veronese e, nel luglio 1573, fu convocato per spiegare l’inclusione di particolari dissacranti nella pittura. I giudici ecclesiastici, infatti, contestarono la presenza di personaggi secondari giudicati poco adatti al tema sacro rappresentato, come giullari, soldati Lanzichenecchi e un servo al quale sta uscendo sangue dal naso.

Durante l’udienza Veronese si difese in questo modo: « Nui pittori si pigliamo licenza, che si pigliano i poeti e i matti», e piuttosto che ridipingere l’immagine, lo rititolò semplicemente.

Il nuovo titolo del dipinto divenne La cena a Casa di Levi, il quale ricalca un episodio del Vangelo di Luca in cui Matteo (Levi), prepara una grande festa nella propria dimora.

Il dipinto è attualmente esposto alle Gallerie dell’Accademia a Venezia.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: